Androgynous

La Psicoanalisi incontra la Videoarte, a cura di Elisabetta Di Sopra
Venerdì 14 febbraio 2020
dalle 17.00 alle 19.00
Casa del Cinema - San Stae 1990 Venezia
L’incontro
Ogni arte si caratterizza per il modo di organizzarsi attorno ad un vuoto: un impossibile a dirsi. L’arte, la religione e la scienza sono tali da ingaggiare questa sfida. E’ utile segnalare che Freud, con l’invenzione della psicoanalisi, ricorda che l’artista precede sempre la psicologia, in quanto l’arte apre una via singolare, inedita. Lacan se ne guarda bene di applicare la psicoanalisi all’artista, piuttosto è convinto che l’arte può far progredire la teoria analitica e perciò è in una posizione di omaggio, di sentimento di ammirazione. Freud stesso ammette che un’opera inizia da una “velatura” dell’inconscio, tuttavia l’incomprensione verso l’arte a lui contemporanea resta un suo limite. Quale rapporto dunque tra un’opera d’arte e la psicoanalisi? Una risposta parziale potrebbe essere: l’opera d’arte concerne una capacità sublimatoria che attiene ad una formazione dell’inconscio. Se Roland Barthes ci spiega, a proposito della fotografia, lo scarto tra l’immagine codificabile e ciò che non lo è, a dire ciò che ci turba, la teoria lacaniana si presta ad una lettura dell’opera d’arte che si scolla dal consueto, dal quotidiano per incontrare ciò che ci scuote “dal sonno” per risvegliarci al reale. La poetica di Francesca Leoni e Davide Mastrangelo in arte Leoni & Mastrangelo si concentra nell’incontro tra una donna e un uomo, dove il corpo di entrambi ci parla. Non ci sono parole, ma musica, rumori di fondo, tuttavia questi corpi in scena ci parlano.Come in tutte le arti consegnate al pubblico, ci appartengono: a noi la lettura del messaggio. Già il titolo “L’incontro” non è un significante qualunque, perché apre il mondo della relazione tra individui e richiama all’istante l’incontro con il desiderio e il godimento. Nulla sembra casuale in questi video, ma uno tra questi si intitola Androgynous, mitico richiamo ad Aristofane e alle origini classiche del mondo greco. In greco Aristotele chiama Tyché l’incontro, ma anche il caso, la fortuna. Lacan indugia su questo significante per segnalare la funzione della tyché come indice dell’arbitrarietà e della possibilità essenziale dell’incontro in quanto mancato. Difficilmente il desiderio umano corrisponde al godimento. Solo l’amore fa si che il godimento acconsenta al desiderio.
Adriana Monselesan
Leoni & Mastrangelo è un duo artistico che nasce nel 2011 dalla forte esigenza degli artisti Francesca Leoni e Davide Mastrangelo di dare voce alle proprie esperienze professionali. La loro ricerca si focalizza sulla condizione umana nelle società contemporanee, affrontata da diverse prospettive. Tra tutti, domina il tema della relazione uomo-donna nelle sue molteplici dimensioni sociali - dal rapporto di coppia, agli usi e costumi dei popoli, alle strumentalizzazioni ideologiche e religiose - di cui offrono exempla simbolici realizzati in “quadri” performativi. Il duo è attualmente inserito in festival ed eventi internazionali; vincitori della VI edizione del premio videoarte Maurizio Cosua 2015. Le ultime produzioni sono distribuite in Italia da Visualcontainer, in Canada da VIVO Media Arts Centre e in Medio Oriente da Vidivit videoart.
Davide Mastrangelo è un Filmmaker (artista e regista) italiano laureato all’Accademia di Belle Arti di Bologna in Fotografia, Cinema e Televisione. Francesca Leoni è video artista e performer italiana laureata in “Communication Studies” alla Univesity of North Carolina a Wilmington (USA).
Adriana Monselesan (Venezia, 1945)
Laureata in materie letterarie è iscritta all’ordine degli psicologi della regione Veneto dal 1996. E’ membro della Scuola di Psicoanalisi Lacaniana e docente incaricato dell’Istituto freudiano di cui è stata coordinatrice dal 2010 al 2018. I suoi ultimi articoli pubblicati nel 2018 nella rivista Attualità Lacaniana sono: Anacronismi del desiderio e Coppie e nella rivista La psicoanalisi: Donne scrittrici.


(2020-02-14)

||||

2020/21 Magmart | design & development:studio tad